Prezzi di un sistema di Domotica per la Casa

Scegliere un sistema di domotica per la casa può rivelarsi un investimento lungimirante, tuttavia, non tutti sanno al tipo di spesa a cui vanno incontro nella realizzazione di un impianto del genere. Proviamo dunque a dare un’idea dei prezzi vigenti per un sistema di automazione per un appartamento facendo riferimento ad un caso applicativo concreto.

Nel farlo, è bene premettere che è possibile fornire un costo solo approssimativo per ottenere un impianto domotico, dato che le variabili in gioco, in grado di influenzare il prezzo finale sono veramente tantissime: distribuzione degli spazi all’interno di un’abitazione, scelta personale delle funzioni basilari, compenso del progettista, costi di installazione, etc.prezzidomotica

Prezzi per un sistema di domotica per la casa – Simulazione preventivo

Come già preannunciato, proviamo dunque ad analizzare i costi per la realizzazione di un impianto per un’abitazione di 100 metri quadri formata da un salone, cucina, 2 stanze da letto, 2 balconi e un bagno.

Nel produrre un preventivo, è necessario strutturarlo in due voci. La prima che fa riferimento all’impianto domotico standard, un prodotto atto a rivoluzionare le funzionalità della casa, la seconda ai singoli optional domotici, una spesa affrontabile solo una volta che l’acquirente si è reso conto delle proprie necessità.

Singoli componenti

se vogliamo risparmiare ed avvicinarci alla domotica ci sono diversi componenti che possiamo acquistare singolarmente e di facile uso. Iniziamo con WEMO, acquistabile su Amazon. Si attacca ad una presa elettrica e a sua volta può ospitare una presa di qualsiasi apparato. Si collega ad Internet tramite wifi e può essere accesa e spenta. Le applicazioni sono tantissime, possiamo tramite una semplice app spegnere e accendere qualsiasi elettrodomestico o lampada.

wemo-presa-smart
wemo-presa-smart

C’è poi NET ATMO un favoloso cronotermostato wifi. Si sostituisce ad un normale termostato della caldaia, quelo che usate per regolare la temperatura a mano e si collega ad internet tramite router di casa. Tramite app possiamo gestire da internet i nostri riscaldamenti. Accenderli e spengerli con un semplice touch anche quando siamo distanti oppure gestire la temperatura. In 6 mesi di utilizzo, con il risparmio di gas ce lo ripaghiamo.

Gestione automatizzata delle tapparelle (devono comunque essere motorizzate) con il kit che ne controlla 4, per chiuderle e aprirle a distanza via internet, adatto anche a persiane a battente: 300 euro esclusi i singoli motori.

Impianto domotico standard – Prezzi

Per un impianto basilare, formato da 32 pulsanti, punti di comando per le tapparelle, interruttori, 12 punti di luce indipendenti, 4 prese atte al controllo degli elettrodomestici, 1 cronotermostato, un dispositivo atto all’invio di Sms per il monitoraggio dei segnali d’allarme e dell’impianto, centralino con riattivazione automatica e protezioni elettriche, il prezzo oscilla dai 4.000 ai 5.000 euro.

Alla luce di ciò è facile comprendere che i costi da sostenere per un impianto domotico standard non si discostano di molto da quelli di un impianto elettrico tradizionale.

La cifra sopra descritta può innalzarsi a seconda se ci sono da effettuare lavori di edilizia. Possiamo sfiorare anche i 10mila euro a seconda degli interventi da realizzare. Non spaventatevi di queste cifre perchè è inclusa anche la realizzazione dell’ impianto elettrico a norma e della motorizzazione ad esempio anche delle tapparelle. Soltanto per motorizzare una singola tapparella ci vogliono dai 100 ai 200 euro a seconda del tipo di serranda e quindi della forza motrice necessaria.

Con queste cifre possiamo realizzare un sistema di domotica in grado di:

  • realizzare ambienti personalizzati con musica, luce e prese che accendono la luce in modo automatico o con controllo remoto a seconda delle ore della giornata. Si può prevedere anche l’accensione di parti esterne al crepuscolo;
  • abbassare drasticamente la bolletta energetica di gas e luce gestendo da remoto l’accensione del sistema di climatizzazione. Possiamo quindi accendere la caldaia tramite smartphone oppure spegnerla se prevediamo di non rientrare a casa, stessa cosa in estate con i condizionatori;
  • evitare che si ecceda con il carico elettrico staccando automaticamente l’elettrodomestico che sta assorbendo di piú, ciò per evitare blackout;
  • controllare in tempo reale chi sta avvicinandosi a casa oppure essere avvertiti tramite cellulare se qualcuno è entrato in area protetta o nella nostra proprietà privata
  • abbassare le tapparelle al crepuscolo o in caso di pioggia;
  • chiudere le tende, se motorizzate, in caso di pioggia o vento

Optional domotici – Prezzi

Una volta installato un sistema di domotica, come già detto sarà possibile integrarne le funzionalità con alcuni optional. Vediamo quelli più utili e i relativi prezzi.

Domotica costi:

1) Kit antifurto a radiofrequenza con due sensori volumetrici: circa 300 euro per un sistema economico;

2) Kit di videocitofonia con funzioni di intercomunicazione tra postazioni interne e segreteria telefonica: 1,250 euro;

3) Videocontrollo dell’abitazione grazie a microtelecamere interne da incasso: 2.200 euro (cadauna);

Ovviamente il costo finale è largamente influenzato dalle marche scelte per la realizzazione. Un po’ più caro sarà Bticino, più economico Vimar ad esempio.