Smart Home Control come gestire l’Automazione della casa

Il mondo dell’ automazione ha portato tantissime novità negli ultimi anni, soprattutto nel settore domestico. Si chiama “smart home control” la possibilità di gestire in remoto, oppure in modo automatico, alcune funzioni del nostro appartamento o villa. Cosa succederebbe se tutti i componenti della casa potessero interagire tra di loro? Non solo smartphone e computer ma anche orologi, forni, lavatrici, frigoriferi, condizionatori , caldaie, tapparelle.

Non è finzione ma realtà, si chiama internet delle cose, ovvero “internet of things”, ovvero un neologismo inventato per descrivere tutto quello che ruota intorno all’automazione, robotica, telematica di piccoli o grandi oggetti , anche di uso comune.

Sul mercato si trovano parecchi gadget pronti ad essere utilizzati per facilitarci la vita di tutti i giorni, oggi andremo alla scoperta di quelli piú utili e allo stesso modo semplici da utilizzare. Partiamo subito.

smart home control

Come comunicano tra loro gli elettrodomestici

IFTTT è un linguaggio open source che permette di mettere in comunicazione automatica piú dispositivi. Si chiamano “recipes”, ovvero ricette, le sequenze già pronte che possono essere scaricate da Internet e che coinvolgono programmi come Facebook, Whatsapp, Google ecc. Facciamo un’esempio, vogliamo che la telecamera si accenda se arriva una mail . Non cè problema, la telecamera deve essere compatibile IFTTTT e noi la programmiamo o usiamo recipes che già esistono.

Zwave è un altro protocollo di comunicazione per sistemi domotici che haraggiunto una buona standardizzazione dato che lo usano piú di 250 produttori. Anche ZIGBEE è un altro protocollo che sfrutta le reti wireless, lì dove il blutooth ed il wi-fi non è sufficiente a coprire una zona.

Gestione da remoto della caldaia

si chiamano cronotermostati wifi e stanno rivoluzionando il mondo della climatizzazione. Sostituiscono un normale termostato e si connettono ad internet attraverso il wi-fi di casa. In questo modo abbiamo la possibilità di controllare la temperatura direttamente da pc o smartphone. Ma i cronotermostati hanno anche delle funzioni molto avnzate. Si connettono in maniera automatica ai portali del meteo per consocere le condizioni esterne e bilanciare la temperatura internamente. Conoscono le nostre abitudini perchè ci geo taggano e sanno quando siamo nelle vicinanze. In quel modo accendono automaticamente i riscaldamenti perchè è imminente il nostro rientro a casa. Non solo la comodità di avere casa calda al rientro, ma anche un grande risparmio in bolletta, la cadaia infatti rimane spenta quando non ci siamo o abbiamo programmato di non ritornare a casa.

Il migliore in assoluto è sicuramente in questo caso NETATMO, che costa circa 150 euro o in altenativa NEST , un po’ piú costoso con qualche funzione in piú.

Controllo delle luci

Philips Hue è un sistema venduto in kit ad un ottimo prezzo.Possiamo non solo accendere e spegnere le luci da remoto, ma anche dimmarle e scegliere l’intenistà. Con l’app dedicata è tutto gestibile da smartphone. Se invece abbiamo bisogno di illuminare una zona al passaggio di una persona possiamo abbinare l’acquisto di questo sensore che è compatibile con lo stesso sistema.

Controllo da internet di qualsiasi elettrodomestico

anche se un elettrodomestico non è “smart” ovvero non è di nuovo generazione, possiamo gestirlo da internet o almento possiamo accenderlo o spegnerlo da remoto tramite il nostro smartphone. Basta comprare questa presa elettrica intelligente che risolve un sacco di situazioni interrompendo l’alimentazione elettrica a richiesta, anche programmandola.

Telecomando unico per vari apparati

esiste un telecomando speciale, per la verità anche un po’ costoso, ma con un mucchio di funzioni. E’ il Logitech Harmony Elite. E’impressionante quello che riesce a controllare, anche da remoto. Fino a 15 dispositivi. Impara il controllo di qualsiasi telecomando, basta puntarlo su di lui. Non c’è nemmeno piú bisogno di puntare il telecomando, ma si gestiscono i dispositivi anche attraverso le pareti, una cosa fantastica. Il tutto viene gestito anche da una splendida app.

Elettrodomestici intelligenti

l’automazione è arrivata anche in elettrodomestici apparentemente semplici come le lavatrici smart. Il modello Bianca di Candy si può controllare con la voce, tramite software Google Assistant, a cui per esempio l’utente può chiedere il metodo di lavaggio migliore per le camicie. Il responso è via chat sull’app. Quickdrive di Samsung utilizza invece nuovi sensori e un software più sofisticato per regolare la giusta quantità di detersivo in base al tipo di indumenti e può dimezzarne i tempi di lavaggio. Signature di LG, infine, effettua il dosaggio di detersivo e ammorbidente da sola.

Senza dire, poi, che i nuovi frigoriferi e lavatrici di Samsung avvisano il centro assistenza in automatico in caso di problemi e gusati. La comodità d’uso degli oggetti di uso quotidiano dovrebbe migliorare anche grazie alla diffusione di comandi vocali. Google Assistant, fino a poco fa disponibile solo su smartphone e sul cilindro “smart home” di Google, sbarcherà sugli speaker wireless di diverse marche (Sony, Panasonic e Jbl ad esempio).

La sorveglianza video da remoto

proteggere la casa è divenuto indispensabile con un sistema di antifurto. E’ possibile oggi realizzare un sistema di videosorveglianza veramente con poco. Le nuove videocamere si connettono ad interne atravverso al wifi e sono sorpattutto dotate di sensore di movimento a raggi infrarossi. Se qualcuno si muove, entra nel perimetro di sorveglianza, la telecamere non solo inizia a registrare, ma manda un alert al telefono o al pc. In quel momento possiamo metterci in visione diretta di quello che accade. Uno dei modelli migliori è quello della NETGEAR ARLO, un sistema espandibile di telecamere molto efficiente. Possono essere usate anche all’ aperto e in notturna, non temono vento, pioggia o neve.E’ anche compatibile con il sistema IFTTT, quindi si può attivare all’ accadere di un evento, ad esempio citofono che suona o altre cose tutte da noi programmabili.

 

Lascia un commento


5 − tre =